Come sbiancare i denti in 3 minuti a casa

Devi uscire ma non vuoi rinunciare a sfoggiare un sorriso bianco e luminoso?

Esistono tantissimi rimedi casalinghi per sbiancare i denti e contrastare il loro naturale ingiallimento. La maggior parte di questi, però, devono essere usati per diverse settimane prima di fare effetto!

Ma allora, come sbiancare i denti in tre minuti a casa? È possibile?

Assolutamente sì!

Scopriamo insieme come, leggendo questo articolo.

Metodi naturali per sbiancare i denti in 3 minuti

bicarbonato-e-limone
Bicarbonato e limone

I rimedi naturali sono sempre più affidabili e spesso nascondono meno rischi dei preparati artificiali. Ma saranno ugualmente efficaci?

Ecco una lista di idee green per imparare come sbiancare i denti in modo naturale!

Bicarbonato e limone

Bicarbonato e limone è senza dubbio il rimedio naturale più rapido ed efficace per sbiancare i denti.

Il bicarbonato di sodio agisce meccanicamente, togliendo le macchie dallo smalto dei denti. 

Il limone, che contiene acido citrico, agisce contro l’ingiallimento. NDR: anche la buccia d’arancia strofinata sui denti può dare lo stesso risultato!

Inoltre, la vitamina C contenuta nel limone può rendere il dente più resistente.

Il bello è che questa miscela ha un’azione rapida, che può essere utile anche come rimedio dell’ultimo minuto se vuoi dare una sbiancata ai denti prima di uscire!

È importante non usare bicarbonato e limone troppo di frequente: potrebbe rovinare lo smalto dei denti, come testimonia questo recente studio su Science Direct.

Si consiglia di usare questo rimedio non più di due volte alla settimana.

Come sbiancare i denti con bicarbonato e limone

  1. Metti il bicarbonato in una ciotola e unisci qualche goccia di succo di limone: inizierà a “frizzare”
  2. Prendi con lo spazzolino un po’ della pasta che hai creato
  3. Lavati i denti come faresti normalmente, con particolare attenzione alle facce anteriori degli incisivi
  4. Risciacqua bene la bocca

Carbone attivo

Una fantastica soluzione per combattere l’ingiallimento dei denti e rimuovere le macchie che si formano sullo smalto è il carbone attivo.

Si tratta di un rimedio semplice, economico e naturale al 100%, che può dare uno sbiancamento dei denti in meno di 3 minuti. Il tempo di uno spazzolamento!

Infatti è un carbone molto simile a quello che siamo abituati a usare per la combustione. Tuttavia è generalmente prodotto per uso medico ed è reso più poroso al fine di inglobare al suo interno varie sostanze chimiche.

È per questo che si rivela formidabile per togliere lo sporco dai denti!

È insapore e non dà fastidio ai palati più delicati.

Tuttavia anche il carbone attivo non va usato troppo spesso per evitare che eroda lo smalto e insorgano problemi di fastidiosa sensibilità dentale, come evidenziato da questo recente studio pubblicato su Pubmed.

Come sbiancare i denti con il carbone attivo

  1. Sbriciola una pastiglia di carbone attivo in una ciotolina
  2. Bagna lo spazzolino e immergilo nella ciotola, per raccogliere la polvere di carbone
  3. Spazzola i denti normalmente, per circa 3 minuti
  4. Risciacqua la bocca con cura, assicurandoti di aver rimosso tutte le tracce di carbone.

Aceto di mele

Come sbiancare i denti con l’aceto di mele

L’aceto di mele è un ottimo disinfettante per la bocca. Sapevi che serve anche per sbiancare i denti e bastano soltanto due minuti?

Essendo leggermente acido (contiene acido acetico e acido malico), erode la superficie dello smalto, riducendo l’ingiallimento dei denti e rimuovendo le macchie più esterne.

Non va usato per più di due volte a settimana, in quanto può ridurre eccessivamente lo spessore dello smalto.

  1. Diluisci in un bicchiere una parte di aceto di mele in due parti di acqua
  2. Usa la miscela ottenuta come collutorio, agitandola in bocca per circa 2 minuti
  3. Risciacqua bene la bocca

Salvia

denti
Denti

La salvia è un altro fantastico antibatterico naturale per la bocca: un’alleata formidabile della nostra igiene orale quotidiana!

È anche molto efficace per esaltare il bianco naturale del dente.

L’estratto di salvia viene spesso inserito nei dentifrici come principio attivo sbiancante, che agisce senza danneggiare troppo lo smalto.

Inoltre, rende l’alito molto profumato, eliminando i cattivi odori.

Tuttavia, mantiene una leggera azione erosiva. Quindi non va usata per più di tre volte a settimana, per evitare la comparsa di eccessiva sensibilità dentinale.

Come sbiancare i denti con la salvia

  1. Prendi una foglia di salvia abbastanza grande
  2. Strofina la foglia di salvia direttamente sui denti, in particolare sugli incisivi superiori e inferiori
  3. Risciacqua la bocca con cura finché il sapore della salvia non sparisce

Acqua ossigenata

Il perossido di idrogeno (acqua ossigenata) è uno degli sbiancanti dentali più potenti che esistono in natura.

Quasi tutti i prodotti sbiancanti in commercio, dai dentifrici alle strisce sbiancanti, contengono al loro interno perossido di idrogeno a concentrazioni comprese tra l’1% e il 5%.

Uno studio pubblicato sul Journal of Clinical Dentistry ha dimostrato che basta anche solo l’1% di perossido di idrogeno per sbiancare i denti in maniera significativa. 

L’effetto sbiancante arriva dopo qualche settimana di utilizzo. Tuttavia, bastano davvero pochi minuti per applicare l’acqua ossigenata sui denti.

Può essere usata come collutorio ma ancora meglio mescolata al bicarbonato per ottenere una pasta da strofinare sui denti con lo spazzolino.

Si sconsiglia di usare l’acqua ossigenata per più di due volte alla settimana, per prevenire danni ai denti.

Come sbiancare i denti con l’acqua ossigenata

  1. Metti del bicarbonato in una ciotolina
  2. Aggiungi l’acqua ossigenata fino a ottenere una pasta che può essere spalmata sullo spazzolino
  3. Strofina il composto sui denti per circa tre minuti
  4. Sciacqua la bocca per rimuovere tutti i residui di bicarbonato

Metodi NON naturali per sbiancare i denti in 3 minuti

I rimedi non naturali per sbiancare i denti sono di certo più dispendiosi di quelli naturali, fatti con ingredienti disponibili in tutte le case.

Sono però quasi sempre più rapidi ad agire e possono essere utilizzati in momenti di emergenza (un’uscita, un appuntamento, un colloquio di lavoro) o per ottenere risultati più duraturi nel tempo.

Penna sbiancante

penna-sbiancante
Penna sbiancante

La penna sbiancante è di certo lo sbiancante per denti più rapido ad agire.

Pratica e semplice da applicare grazie alla forma a pennino, è una soluzione “di emergenza” per avere sempre i denti bianchi senza grandi sforzi.

La punta può contenere sostanze diverse, in base al tipo di prodotto acquistato.

Esistono penne sbiancanti che contengono soltanto delle sostanze coloranti, che rendono più bianchi e luminosi i denti per un tempo limitato.

Queste sono la soluzione perfetta per chi ha bisogno di sbiancare i denti in pochissimi minuti prima di uscire a sfoggiare un sorriso splendente.

Altre penne contengono sostanze come il lichene islandico o il perossido di idrogeno. Sono adatte a uno sbiancamento più stabile e duraturo ma i risultati non saranno immediati.

Strisce sbiancanti

Sono un trattamento che necessita di circa 15 giorni prima di mostrare i risultati sperati e ogni applicazione delle strisce adesive dura circa 30 minuti.

Non propriamente uno sbiancante efficace in 3 minuti.

Tuttavia ci sentiamo di segnalarle, dato che sono forse il miglior trattamento sbiancante per denti a medio e lungo termine.

Dai un’occhiata al nostro articolo dedicato alle strisce sbiancanti, per scoprire come funzionano e conoscere quali sono le migliori strisce sbiancanti da acquistare!