Scandinavia sempre più attiva nelle biotecnologie

La Scandinavia si conferma il paese delle biotecnologie avanzate, La multinazionale finlandese Neste Oil ha firmato un accordo di collaborazione con il gruppo danese Dong Energy per lo sviluppo di un processo industriale per produzione di gasolio e benzina per aerei da residui organici agricoli. La tecnologie che sarà impiegata deriverà dalla tecnologia Inicon, sviluppata nel passato da Dong, e che consiste nella trasformazione dei residui organici in zuccheri complessi. In un differente progetto, la ditta finlandese UPM e il centro tecnologico VTT hanno recentemente qualificato biodiesel ottenuto da prodotti forestali raccolti da UPM in un test di guida a basse temperature di 20000Km . Il biodiesel contiene circa il 20% di prodotti da residui lignei. UPM prevede il completamente di una grande bioraffineria entro la fine dell'anno. (Fonte Chemical and Engineering News)