Shell ritarda l’entrata in funzione del suo cracker a Moerdijk

Shell ha annunciato che il steam cracker e l’impianto di acetilene che il gruppo olandese possiede a Moerdijk (Olanda) non rientrerà in funzione prima della fine del secondo trimestre del prossimo anno. L’impianto era stato fermato il 2 di ottobre a causa di un grave incidente causato da una perdita di vapore ad alta pressione. L’impianto di Moerdijk, entrato in funzione nel 1999, ha una capacità produttiva di 900Kt etilene e propilene all’anno. L’impianto ha anche un’importante produzione di benzene, butadiene, C5&C6 la cui produzione verrà ripresa nel corso del 2015.
(Fonte Shell)