Sostanze ammesse negli integratori alimentari: attesa regolamentazione per sostanze “borderline”

(di Maurizio Salamone) Le sostanze ammesse negli integratori alimentari sono molto eterogenee: oltre ai classici nutrienti come vitamine e minerali troviamo anche sostanze considerate "bioattive" o "biofunzionali" cioè dotate di una qualche attività biologica anche in assenza di claim salutistici approvati dalla comunità europea. Tra queste sostanze troviamo ingredienti usati comunemente dall'industria alimentare come ad esempio pectine e inulina, ma anche sostanze che sono commercializzate in Europa sia come integratori che come farmaci. E' possibile che il Ministero della Salute regolamenti l'apporto massimo ammesso negli integratori di ingredienti "borderline"come l'acido alfa lipoico, la citicolina, il metil sulfonil metano ed altre sostanze ammesse aventi in comune la mancanza di claim salutistici approvati e l'uso in Europa in preparati medicinali. Precisiamo che in tutti casi si tratta di sostanze la cui sicurezza d'uso documentata ne ha consentito l'inclusione nella lista delle sostanze utilizzabili per la preparazione di integratori alimentari.