Le 7 migliori strisce sbiancanti

Quante volte ci siamo vergognati di mostrare il nostro sorriso perché ingiallito o non perfettamente liscio e allineato come quelli che vediamo in televisione?

Ma perché privarsi di un momento così gioioso come godersi una risata di cuore in compagnia? Perché doversi limitare a sorridere tenendo le labbra socchiuse o mettendo una mano davanti alla bocca per non mostrare la dentatura?

Se per sistemare carie, fratture o disallineamenti possiamo rivolgerci solo al nostro dentista, per dare una tonalità migliore ai denti possiamo oggi ricorrere a metodi da banco efficaci come le strisce o i dentifrici sbiancanti, e tornare finalmente a sentirci più sicuri del nostro sorriso senza più doversi nascondere. 

Le migliori strisce sbiancanti sono realizzate con prodotti sicuri, agiscono sui denti senza danneggiare lo smalto e riescono a dare risultati in modo rapido, senza crearci nessun fastidio, e lasciandoci anche un alito fresco e un piacevole sapore in bocca.

Le migliori strisce sbiancanti


Quali sono le migliori strisce sbiancanti?

Quindi possiamo andare d’istinto e prendere quello che ci sembra più conveniente?

Ovviamente no: le strisce sbiancanti sono così diffuse che imitazioni di scarsa qualità purtroppo si celano ovunque, anche se sanno vendersi bene.

Nel corso di questo articolo vi insegneremo a saper valutare il prodotto da soli e a scegliere quello davvero migliore per le vostre esigenze ma intanto abbiamo creato un confronto utile fra le strisce sbiancanti di maggior successo del mondo online che abbiamo recensito per voi in modo da aiutarvi a capire caratteristiche e vantaggi di ognuno e iniziare a “farvi la bocca” sull’argomento.

Scopriamo le migliori strisce sbiancanti, qui di seguito:

1. Strisce sbiancanti Blanx O3X

BLANX O₃X Strisce Sbiancanti - 50 Gr

Vedi recensioni su Amazon

Se pensiamo a una marca dedita allo sbiancamento dentale è Blanx che con questo prodotto in strisce propone un trattamento efficace in soli 5 giorni.

È composto da strisce sottili e flessibili, facilissime da applicare che una volta sull’arcata dentale non creano fastidi e non si spostano. Hanno una formula non abrasiva che riporta a tonalità di bianco più splendenti sia la parte anteriore che posteriore dei denti, e senza l’uso di perossido di idrogeno!

Delicata su gengive e smalto, le strisce O3X liberano l’ossigeno che, insieme all’azione dei licheni artici, disgregano le macchie sullo smalto risultando sicuro anche su impianti, otturazioni o denti finti. 


2. Strisce sbiancanti express 100Senses

100SENSES White-Strips Kit, 28 strisce di...

Vedi recensioni su Amazon

Un altro ottimo prodotto che non utilizza perossido di idrogeno: queste 28 strisce di 100Senses per sbiancare i denti sono formulate per agire in modo “express”, in una sola ora, grazie al formato in Dry Gel.

Non solo veloci ed efficaci ma anche comode: sono state sviluppate con una tecnologia anti-scivolo avanzata che non solo mantiene sempre in posizione la striscia sull’arcata dentale ma ce la fa sentire anche molto confortevole.

Il trattamento dura 14 giorni ma già dopo la prima settimana potremo vedere risultati apprezzabili che riusciremo a monitorare grazie al pratico cartellino delle tonalità all’interno del box. Inoltre in bocca lasciano un piacevole sapore di menta fresca.


3. Strisce sbiancanti al carbone attivo Pro Teeth Whitening Co.

28 Strisce Sbiancanti Denti Professionali Al...

Vedi recensioni su Amazon

In questo caso dobbiamo proprio dire “il nero ti fa brillare”, infatti sono strisce sbiancanti ai carboni attivi per un ciclo completo di 14 giorni.

Basteranno 30 minuti per lasciarci alle spalle gradualmente il giallo e le macchie sullo smalto, già dal primo utilizzo la differenza sarà apprezzabile. E in modo sicuro: prive di perossidi e di fluoruro, le strisce al carbone attivo di Pro Teeth Whitening Co. Proteggono lo smalto, non creano sensibilità dentale e sono facilissime da usare.

Davvero un ottimo rapporto qualità prezzo per un prodotto che fa quello che dice senza effetti collaterali. Lo consigliamo caldamente. 


4. Strisce sbiancanti alla menta PTKoonn

Sbiancanti Dentale,Sbiancamento Dei Denti,Teeth...

Vedi recensioni su Amazon

Ottime strisce al gusto di menta con efficacia testata su macchie, placca, ingiallimento e protezione generale della bocca.

Le strisce sbiancanti di PTKoonn si prefiggono di combattere le macchie da tannini, nicotina, teina e caffeina e rimediare ai danni da bevande acide, zuccheri, coloranti e sostanze chimiche, lucidando lo smalto come dal dentista.

E in effetti le centinaia di ottime recensioni positive di questo prodotto confermano quanto pubblicizza: in soli 10 minuti e già dalla prima applicazione i denti sono più sani e più bianchi, con una colorazione brillante e uniforme davvero sbalorditiva.

Utilissimo anche il cartoncino per il controllo della tonalità. Un prodotto che vale molto più di quello che costa, decisamente consigliato!


5. Strisce sbiancanti al cocco Swiftwhite

Strisce sbiancanti per denti - Kit per lo...

Vedi recensioni su Amazon

Il trattamento Premium Teeth Whitening Strips di Swiftwhite hanno una differenza piacevole e inaspettata: sono al sapore di cocco!

Certo, non è un parametro chiave quando scegliamo dei trattamenti sbiancanti ma può sicuramente incuriosire e incontrare il gusto di chi trova troppo invadente l’aroma di menta – il più diffuso fra i prodotti per la cura dell’igiene orale.

Prive di perossidi, made in UK, sono facili da applicare e molto efficaci sui denti.

Sono 28 strisce che compongono un trattamento completo di 14 giorni. In questo caso i pareri positivi non sono centinaia ma migliaia. Fra i suoi punti di forza gli ingredienti poco invasivi ma altamente performanti, l’ottima fattura, la perfetta aderenza e comodità e la totale assenza (nella maggior parte dei casi) di effetti collaterali di sensibilità accentuata.

Con 30 minuti d’applicazione avremo risultati sensazionali, senza sbavature o spiacevoli residui. Unico neo: istruzioni solo in lingua inglese. 


6. Strisce sbiancanti con bicarbonato Eco Masters My Smile

mysmile STRISCE SBIANCANTI DENTI - 28 Strisce -...

Vedi recensioni su Amazon

Il kit My Smile di Yogamedic è un trattamento sbiancante per denti che non fa uso di perossido di idrogeno ma sfrutta le proprietà schiarenti del bicarbonato e degli estratti di melagrana per risultati a dir poco brillanti.

Le strisce sono sottili, facili da applicare e mai fastidiose da tenere sulle arcate dentali. Elastiche e trasparenti, si adattano a ogni tipo di dentatura e agiscono in profondità per eliminare macchie e danni allo smalto.

La formula naturale è certamente il punto di forza di questo prodotto che risulta quindi particolarmente delicato anche sui denti sensibili e le gengive.

Lo consigliamo soprattutto a chi è alla prima esperienza con prodotti sbiancanti per i denti perché efficace ma leggero e naturale. 


7. Strisce sbiancanti per trattamento intensivo Yogamedic

Sbiancante denti professionale trattamento...

Vedi recensioni su Amazon

La vostra bocca ha bisogno di una cura sbiancante ma i prodotti finora provati sono un po’ troppo blandi per dare risultati concreti? Il trattamento intensivo di Yogamedic è ciò che fa per voi.

Innanzitutto la confezione contiene ben 56 strisce per un trattamento di 7 giorni, 28 per l’arcata superiore e altrettante per l’arcata inferiore, una scorta sufficiente per ben 2 cicli di trattamento intensivo o per 1 ciclo solo con applicazione 2 volte al giorno.

Inoltre la loro formulazione non utilizza perossido di idrogeno, ottima notizia per chi ha problemi di gengive o sensibilità dentale perché particolarmente delicate.

Aderiscono perfettamente ai denti e non scivolano, in soli 30 minuti al giorno potremo migliorare l’aspetto della dentatura in modo davvero straordinario.

Un prodotto economico ma efficace che elimina il giallo e attenua le macchie più ostinate restituendo un bianco naturale uniforme.


Caratteristiche essenziali delle strisce sbiancanti

strisce-sbiancanti

Uno degli aspetti più importanti delle strisce sbiancanti per denti, oltre al materiale di cui sono composte, è che aderiscano bene alla dentatura e che non si stacchino con i normali movimenti della bocca.

Strisce di scarsa qualità avranno vita molto breve in un ambiente così umido, dove subiscono la frizione delle labbra e i movimenti della saliva, ma quando la striscia non aderisce in modo efficace, o si stacca prima del tempo, i nostri risultati saranno a dir poco deludenti.

  • Ci sono diversi modelli di strisce sbiancanti, le più comuni sono quelle in plastica che generalmente richiedono di essere lasciate in posa per tempi piuttosto lunghi, anche un paio d’ore. In questo caso un buon test per capire se sono prodotti di buona qualità è bere un sorso d’acqua mentre le abbiamo applicate… se restano in posizione, il test è superato!

In ogni caso cerchiamo di bere e mangiare prima di fare il trattamento perché anche se queste strisce devono saper resistere, la loro efficacia può essere compromessa – senza contare che non è certo pratico da fare.

  • Soprattutto, non teniamole sui denti oltre il tempo indicato dal produttore: aumentare i tempi di posa non ci farà sbiancare di più i denti, anzi, può essere pericoloso quindi limitiamoci a rispettare le indicazioni e ad essere costanti con il trattamento.

Tuttavia ci sono numerosi altri aspetti essenziali che dovremo considerare quando scegliamo una confezione di strisce sbiancanti, sono proprio queste caratteristiche che ci aiuteranno a distinguere fra prodotti di qualità e imitazioni.

Vediamole nel dettaglio: 

Tecnologia sigillante

Come abbiamo accennato nell’introduzione, per evitare che le strisce sbiancanti scivolino via e se ne vadano a spasso per la bocca i produttori utilizzano tecnologie specifiche, ad esempio a base di glicerina.

Ricordiamoci anche che, per quanto tutti questi prodotti funzionino più o meno allo stesso modo, formula e materiali possono sempre essere diversi e che per un corretto trattamento che possa dare i risultati descritti, dovremo applicarli seguendo punto per punto le indicazioni del produttore.

Nessuna scorciatoia pensando “va beh, tanto sarà come le altre che già conosco”… spendiamo qualche istante a leggere le raccomandazioni e facciamo come indicato.

INDICAZIONI SPECIALI:

  • È possibile che le strisce ci facciano salivare di più, è normale perché il nostro cervello risponde alla sensazione di avere qualcosa in bocca e cerca di liberarsene ma non dobbiamo preoccuparci, tutto tornerà normale non appena le toglieremo dai denti.
  • Apriamo la confezione monouso solamente quando siamo pronti per applicare la striscia sui denti
  • Facciamo ben attenzione ad applicare la striscia per l’arcata superiore e inferiore senza invertirle
  • Non siamo troppo aggressivi nel rimuovere la striscia dalla confezione, il gel potrebbe danneggiarsi e perdere di aderenza
  • Serviamoci di uno specchio ben illuminato per posizionare adeguatamente la striscia sui denti, evitando di stenderla sulle gengive
  • Evitiamo di togliere la striscia per riposizionarla
  • Quando risciacquiamo la bocca, usiamo acqua a temperatura ambiente

…CONSIGLIO:

Per aiutare la striscia ad aderire meglio, eliminiamo bene tutta la saliva dalla bocca prima di applicarla e tamponiamo i denti con della carta assorbente per asciugarli bene.

Durata dello sbiancamento

56 PCS Sbiancante per Denti, Sbiancanti Denti,...

Le marche più rinomate affermano che i loro trattamenti completi, inclusi i prodotti monouso giornalieri, possono dare risultati in grado di durare un anno e più.

Chiaramente questo aspetto è fra i più importanti per consumatore e produttore perché farà pendere l’ago della bilancia nella scelta fra un prodotto e un altro…

Certo se pensiamo che un trattamento con strisce sbiancanti è economico e ha una durata così lunga… perché mai dovremmo volerci rivolgere anche a un dentista??

Inutile dire che i risultati ottenibili da un professionista del sorriso sono ben diversi da quelli promessi e ottenibili dalle strisce sbiancanti o da qualsiasi altro prodotto commerciale per migliorare l’aspetto dei denti, ma non significa che siano inutili, anzi:

  • Le strisce sbiancanti possono schiarire di  due o più tonalità i denti in modo sicuro e facile. Forse non delle perle luccicanti in stile Hollywood ma più che sufficienti per eliminare giallo e macchie dalla superficie e sentirci liberi di sfoderare un sorriso in sicurezza! 

Va anche detto che le strisce sbiancanti sono efficaci solamente sui denti veri quindi cerchiamo di valutare lo stato di eventuali denti finti sulle arcate dentali e non esageriamo se non vogliamo ottenere un effetto talmente diverso fra denti veri e denti finti da sembrare ridicoli.

  • In caso di denti finti, prima di utilizzare delle strisce sbiancanti, rivolgiamoci al nostro dentista e chiediamogli consiglio.
  • Le striscioline sbiancanti sono lunghe solo pochi centimetri, quanto basta per coprire la parte davanti della bocca. Se abbiamo una dentatura molto esposta, denti grandi, se quando ridiamo o sorridiamo mostriamo tanto anche i lati della dentatura, cerchiamo strisce particolarmente lunghe in modo da riuscire a coprire quanta più porzione di arcata possibile e avere risultati uniformi senza stacco visibile.
  • Non utilizziamo le strisce sbiancanti su apparecchi fissi o mobili, capsule o otturazioni.

Bustina monouso

Difficilmente troveremo questi prodotti in confezioni non monouso ma è bene sottolineare perché è importante che lo siano in modo da stare alla larga da eventuali articoli non sigillati uno a uno.

  • Le bustine monouso garantiscono un corretto preservamento dell’umidità del gel sbiancante, che evita di seccarsi
  • Assicurano igiene
  • Sono un primo indicatore della qualità del prodotto: se la bustina monouso è ben curata e resistente, lo sarà anche la striscia all’interno
  • Permettono di essere portate ovunque

Come abbiamo accennato all’inizio, è bene fare attenzione quando apriamo la confezione perché potremmo danneggiare la striscia all’interno.

  • Evitiamo le forbici: le migliori strisce sbiancanti sono confezionate con bustine dotate di linguetta d’apertura o taglietto nel punto in cui strappare. Le forbici potrebbero farci tagliare la striscia e la dovremo buttare. 

Cartellino delle tonalità

le-strisce-sbiancanti

Il vero e forse unico metodo per determinare se le strisce hanno funzionato e quanto, sono i cartellini delle tonalità.

Cosa sono i cartellini delle tonalità?

Ovviamente quei piccoli cartoncini con illustrati i diversi punti di bianco che, avvicinati al dente originale, ci mostrano da che livello partiamo e – a fine trattamento o man mano che lo stiamo eseguendo – che livello abbiamo raggiunto.

Molti produttori includono questi cartoncini nella confezione, alcuni sono più essenziali altri più completi (fin anche a quasi 30 gradazioni), non spaventiamoci però se non vediamo grandi cambiamenti durante le prime applicazioni, ci vuole almeno 1 settimana piena per notare qualcosa.

  • I test hanno dimostrato che i kit sbiancanti possono schiarire i denti in media di 2 tonalità, in alcuni casi si sono notati miglioramenti anche di 3 o 4 ma non sono frequenti.
  • Non sempre le striscioline o i kit sbiancanti sono in grado di migliorare sensibilmente la bianchezza dei denti, talvolta il problema può non essere neanche legato alla formula o alla qualità delle strisce ma a una causa fisica o al metodo d’applicazione sbagliato.

Protezione dello smalto

Verifichiamo sempre che le “strip” che stiamo acquistando siano sicure per lo smalto dei denti.

Lo smalto è lo strato esterno del dente, la parte più dura e resistente che ci serve per poter masticare, mordere, ecc…

È importante che resti intatto ma purtroppo l’esposizione ad agenti chimici troppo aggressivi, spesso contenuti in strisce sbiancanti di scarsa qualità o esageratamente concentrate, possono eroderlo lasciando esposto e vulnerabile il nostro sorriso.

LO SAPEVI CHE…

Anche l’alimentazione può danneggiare gravemente lo smalto? L’acido citrico, lo zucchero, le bevande gassate e perfino alcuni farmaci da banco se assunti con troppa frequenza, disintegrano letteralmente lo smalto.

  • Scegliamo strisce sbiancanti approvate dall’Associazione Nazionale Dentisti Italiani, saremo certi che sono sicure e non danneggeranno lo smalto.
  • In caso di dubbi sul prodotto, chiediamo un parere al nostro dentista.
  • Se siamo alle prime armi con questi prodotti, scegliamo un trattamento breve e poco aggressivo in modo da provare come reagiscono i nostri denti.

Uso quotidiano

Mitbuty Sbiancamento dei denti strisce con olio di...

Se vogliamo ottenere risultati duraturi e visibili, dovremo utilizzare le strisce sbiancanti per denti ogni giorno, fino al completamento del ciclo di trattamento come indicato dal produttore.

Può capitare che durante questo periodo, spesso attorno a metà ciclo, si inizi a percepire una maggiore sensibilità dentale; non c’è di che preoccuparsi perché può essere sufficiente un dentifricio per denti sensibili a spazzolare via il problema.

Questo tipo di fastidio è legato in particolar modo alle strisce che contengono perossido di idrogeno, l’ingrediente attivo che fa sbiancare i denti ma che talvolta può far infiammare i piccoli nervi all’interno del dente, provocando la reazione.

…CONSIGLIO:

Un metodo utile per prevenire questa reazione, soprattutto se siamo nuovi ai trattamenti sbiancanti, è di preparare i denti utilizzando un dentifricio per combattere la sensibilità dentale già nella settimana precedente all’uso delle strisce.

  • Ingredienti

Gli ingredienti di qualsiasi cosa che ingeriamo o mettiamo in diretto contatto con il nostro corpo vanno sempre valutati con attenzione, in particolare quando parliamo di sostanze chimiche che modificano l’aspetto o lo stato di salute di parti così sensibili.

  • L’ingrediente attivo principale di questo tipo di trattamento è il perossido di idrogeno, responsabile dello sbiancamento. Il suo funzionamento è molto semplice: quando è al contatto con la superficie del dente, libera l’ossigeno attivo che penetra nello strato superficiale e raggiunge la dentina, dove si scompone e trasforma le molecole responsabili del colore giallo in molecole fondamentalmente incolori.
  • Altri elementi spesso contenuti nelle formule di questi prodotti sono l’idrossido di sodio e la saccarina
  • Una sostanza che troveremo praticamente sempre è la glicerina, utile per rendere il gel denso e per mantenere la striscia attaccata ai denti rendendola stabile.

Infine troveremo quasi sempre degli aromi, importanti per riuscire a tenere in bocca la striscia senza provare disgusto o essere sopraffatti dal sapore chimico.

Rimozione delle macchie

Tè, caffè, sigarette, vino rosso… tutto sicuramente buonissimo ma il nostro smalto si permette di dissentire.

Se abbiamo ampiamente abusato di tutti questi gustosissimi sfizi è probabile che i nostri denti ne portino i segni, ahimè indelebili.

  • Per rimuovere nicotina, tannini, caffeina e qualsiasi altro elemento “macchiatore” è quasi sempre indispensabile l’intervento di un bravo dentista, magari cosmetico, ma le strisce sbiancanti possono certamente aiutare a ridurre la visibilità dei danni e a eliminare le macchie meno ostinate.

Esistono strisce per il trattamento intensivo che possono aiutare tantissimo in questo senso ma dovremo far attenzione a non abusare anche di questo. Per una bocca piacevolmente bianca, uniforme, l’igiene orale regolare e un’alimentazione attenta (con concessioni) sono essenziali.  

Sbiancamento rapido

Cosa c’è di più allettante per un potenziale acquirente di un prodotto sbiancante che dia risultati duraturi? Un prodotto che lo faccia in soli 5 minuti…

Sicuramente ci sono prodotti efficaci, di marche assolutamente rispettabili e rinomate, che danno risultati evidenti in pochissimo tempo ma ci sentiamo di diffidare da prodotti che si pubblicizzano come capaci di rimuovere anni di macchie persistenti in un lasso di tempo così irrisorio.

  • Come linea generale vi consigliamo di osservare attentamente le indicazioni sulla confezione per scoprire quant’è il ciclo di trattamento consigliato per avere risultati completi dalle nostre strisce sbiancanti.

Ricordiamoci che queste striscioline agiscono sulla dentina e lo sbiancamento deve necessariamente essere graduale. Un risultato troppo evidente già dalla prima applicazione potrebbe essere segno che la striscia ha una concentrazione esageratamente forte e potenzialmente nociva per la salute dei nostri denti.


Domande frequenti

👄 Perché i denti mi sembrano più gialli dopo il trattamento sbiancante?

Se i denti non migliorano con le strisce sbiancanti ma assumono un colorito ancora più giallo è probabile che il prodotto che stai utilizzando sia troppo aggressivo e stia intaccando lo smalto che ricopre il dente, invece di renderlo più splendente. Ti consigliamo di rivolgerti a un dentista e di sospendere il trattamento.

👄 Posso bere dell’acqua dopo aver sbiancato i denti?

Dopo il trattamento sbiancante è sempre consigliabile sciacquare la bocca e utilizzare del dentifricio per denti sensibili, in modo da dare equilibrio ai denti trattati. Una volta effettuato questo passaggio potremo bere acqua senza problemi ma evitiamo bevande o alimenti troppo caldi o troppo freddi dato che i denti potrebbero essere un po’ più sensibili e potremmo avvertire fastidio.

👄 Per quanto tempo restano aperti i pori dopo lo sbiancamento?

I pori dei denti vengono aperti dalle sostanze delle strisce sbiancanti affinché l’agente possa raggiungere le macchie, schiarendole. Ci possono volere fino a 3 giorni dopo la fine del trattamento per far richiudere completamente i pori.

👄 Posso bere del caffè dopo un trattamento di sbiancamento dentale?

È possibile riprendere a bere tè, caffè e altre bevande con agenti coloranti o acidi, come le bibite gassate e zuccherine, anche se non propriamente consigliabili per la salute dello smalto potremo continuare a consumarle come d’abitudine. Nei primi tempi è meglio utilizzare una cannuccia per berle, e sciacquare immediatamente la bocca con acqua o lavarsi i denti per evitare che si riformino nuovamente le macchie scomparse.

👄 Quanto tempo devo aspettare prima di mangiare dopo aver usato le strisce sbiancanti?

Dopo il trattamento potremo mangiare e bere normalmente ma sarebbe preferibile eliminare dalla propria dieta sostanze particolarmente nocive per la salute dei denti come zuccheri, amidi, bibite gassate, tè, caffè, vino e sigarette.

👄 Posso deglutire durante l’uso delle strisce sbiancanti?

Sì, ovviamente i tempi di applicazione delle strisce sbiancanti per denti sono piuttosto lunghi, durante la posa potremo comunque deglutire e anche bere, se necessario, meglio se con una cannuccia. Le sostanze chimiche contenute nel gel sono sicure per l’ingestione, formulate appositamente per l’uso nel cavo orale.