Studio OPTIMIZE

I risultati dello studio OPTIMIZE, condotto su più di 3000 pazienti (pubblicato nel Journal of the American Medical Association), suggeriscono che pazienti sottoposti a PCI (Percutaneous Coronary Intervention) con uno stent a rilascio di zotarolimus (Endeavor di Medtronic) e trattati con doppia antiaggregazione (clopidogrel e aspirina) per tre mesi, hanno rischio simile di eventi avversi a quello dei pazienti sottoposti alla terapia antiaggregante con gli stessi farmaci, per 12 mesi, come raccomandato dalle linee guida dopo impianto di DES (Drug Eluting Stent). I dati sono stati presentati il 31 ottobre al Transcatheter Cardiovascular Therapeutics. La presentazione di questi risultati apre ora l'interrogativo se siano applicabili a tutti i DES di seconda generazione o riguardino solo Endeavor. (Fonte Medscape)