Sviluppato un nuovo metodo per la precoce diagnosi di tumori attraverso biomarcatori

Gli scienziati Mark Kalinich e Daniel A. Haber del General Hospital Cancer Center, Harvard Medical School di Boston hanno pubblicato un lungo articolo sull’ultimo numero della prestigiosa rivista Science che fa il punto sulla ricerca di biomarcatori per la diagnosi precoce di tumori. Al momento il tumore viene diagnosticato attraverso tecnologie invasive o grazie ai principali sintomi. Alcuni tumori possono essere diagnosticati attraverso la determinazioni di biomarcatori nel sangue ma questi spesso non sono abbastanza precisi per poter effettuare una precoce diagnosi. I due scienziati hanno proposto una soluzione che hanno chiamato CancerSEEK. CancerSEEK é un algoritmo sviluppato per analizzare i dati relativi a frammenti di DNA nel sangue e senza cellula che possono provenire da tessuti di tumori. In particolare i dati sono relativi a 16 geni legati a tumori e 8 proteine del siero ematiche legate a specifici tumori. CancerSEEK è stato testato su 1005 pazienti con tumori a diverso stadio di sviluppo e i risultati hanno mostrato che ha una specificitá del 99%. Notevole il caso del tumore al fegato che con CancerSEEK può essere diagnosticato già nelle primissime fasi.
(Fonte Science)