Tecnologia wi-fi per combattere le infezioni

Alcuni ricercatori alla Tufts University, in collaborazione con un team della University of Illinois a Champaign-Urbana, hanno messo a punto un impianto elettronico riassorbibile che elimina le infezioni batteriche nei topi, rilasciando calore a livello del tessuto infetto. Il device è azionato tramite una tecnologia wireless. Il dispositivo, costituito di seta e magnesio, si è riassorbito senza problemi nei modelli animali. La ricerca è stata pubblicata in Proceedings of the National Academy of Sciences Early Edition questa settimana. Come ha dichiarato l'autore principale dello studio, Fiorenzo Omenetto, ingegnere biomedico e professore alla Tufts School of Engineering, questa ricerca rappresenta in importante passo avanti nello sviluppo di dispositivi medici che vengono attivati in remoto per svolgere una funzione terapeutica e si dissolvono dopo l'utilizzo. Le tecnologie wireless possono offrire un'opzione nella gestione delle infezioni dopo chirurgia o aprire la strada al rilascio wi-fi di farmaci. I device sono stati impiantati in vivo in tessuti infettati da S. aureus ed attivati wi-fi per due trattamenti di riscaldamento della durata di 10 minuti. I tessuti, analizzati dopo 24 ore, non hanno mostrato segni di infezione, senza anomalie nelle zone circostanti sane. I device si sono dissolti completamente dopo 15 giorni. I ricercatori hanno inoltre utilizzato i dispositivi per una sperimentazione in vitro, che prevedeva il rilascio di ampicillina per l'eliminazione di E. coli e S. aureus. L'attivazione wi-fi del device ha portato ad un aumento del rilascio dell'antibiotico senza ridurne, peraltro, l'attività. (Fonte Tufts University)