UCB perde il 13% di capitalizzazione in poche ore a causa del suo farmaco sperimentale per l’osteoporosi

Il titolo UCB (Bruxelles) ha perso oggi oltre il 13% dopo che è stato annunciato che il suo trattamento sperimentale contro l'osteoporosi romosozumab non sarà probabilmente approvato dalla FDA quest'anno, come invece precedentemente dichiarato. Romosozumab è stato sviluppato con la biotech americana Amgen ed è stato sperimentato in un trial clinico di Phase-3. Durante il trial clinico si é dimostrato che romosozumab riesce a ridurre il rischio di fratture del 25%. Romosozumab è risultato quindi pù efficace del prodotto già sul mercato di Merck & Co., Fosomax. Durante la sperimentazione si è anche registrato che il 2.5% dei pazienti ha riportato seri problemi cardiologici, che non erano mai stati registrati prima. Importante notare che anche i pazienti trattati con Fosomax hanno risentito di problemi cardiologici ma questi sono stati limitati all'1.9% dei pazienti. Secondo gli analisti romosozumab potrebbe generare vendite per oltre €2.7bn all'anno. (Fonte Reuters)