Un nuovo settore industriale si sta sviluppando: carburanti da plastica non riciclabile

L’American Chemistry Council (ACC) ha reso noto uno studio nel quale viene analizzato il potenziale mercato dei carburanti ottenuti da trattamento termico in assenza di ossigeno di materiale plastico di scarto. Nello studio viene stimato che quello che viene definito come il settore “plastics-to-oil” può valere, solo negli Stati Uniti d’America, circa $9bn all’anno e generare 40000 nuovi posti di lavoro. Per ora il mercato è dominato dalle due ditte RES Polyflow (Ohio) e Cynar (Londra) che convertono plastica in idrocarburi liquidi a basso tenore di zolfo. Le due ditte hanno insieme una capacità produttiva che eccede le 100 tonnellate al giorno di combustile liquido e hanno tassi di crescita superiori a quelle di ditte attive in settori simili.
(Fonte ACC)