US esporta in Asia etano da shale gas

Due multinazionali asiatiche hanno annunciato che importarenno etano in maniera significativa dai crackers in US. Il gruppo indiano Reliance Industries ha annunciato che importerà 1.5 milioni di tonellate di etano dai crackers statunitensi per il mercato indiano. Il gas verrà liquiefatto e immagazzinato in impianti localizzati sulla costa americana e trasportato in Asia dalle navi per il trasporto di gas liquefatto di Samusng Heavy Industries. Da ricordare che Reliance ha una capacità produttiva di etilene in India che sfiora i 1.9milioni di tonellate. Quasi contemporaneamente all’annuncio di Reliance, il gruppo arabo Sabic ha annunciato che il progetto di miglioramento dell’impianto di Wilton (Gran Bretagna) sta procedendo bene. Sabic ha inoltre confermato che, una volta in funzione, l’impianto utilizzerà etano da crackers da shale gas in Nord America invece di lavorare con nafta come faceva fino a prima del miglioramento dell’impianto. Sabic e Reliance si aggiungono alle altre multinazionali chimiche che già importano etano a basso costo dagli Stati Uniti per i mercati interni di Asia e Europa.
(Fonte Reliance e Sabic)