Valeant sugli scudi e gli investitori ci credono

Il titolo Valeant (Nasdaq) è stato uno dei più positivi degli ultimi mesi ed infatti il valore delle azioni è passato in meno di due mesi da $11 a $23. Il positivo trend del titolo riflette il buon lavoro fatto dal team guidato da Joseph Papa la cui priorità é stata ridurre l’incredibile indebitamento generato dal precedente management, che nel marzo 2016 aveva toccato i $32bn. Oggi l’indebitamento a scadenza a lungo termine è di $25bn e pochi giorni fa Valeant ha annunciato di aver ripagato debitori per altri $300m. Nel prossimo futuro vi potrebbero essere nuove cessioni dopo quelle di Obagi ($190m) iNova ($930m) e Sprout e infatti secondo molti analisti potrebbe essere che a breve Papa decida di cedere una parte di Bausch and Lomb. Il management ha previsto per il 2018 vendite dell’ordine di $8.5bn con un EPS di $2.89 ma molti pensano che Valeant andrà oltre questi valori. Il valore del gruppo potrebbe ulteriormente crescere con il re-branding. Joseph Papa ha infatti dichiarato due mesi fa di voler cambiare il nome Valeant che è legato al peggior periodo del gruppo e non ha niente a che fare con il nuovo corso dato all’azienda.