Zambon punta ad un’acquisizione da €100m in Cina e USA

Il CEO dell’azienda italiana Zambon, Roberto Tascione, (ex capo di BMS Italia) ha rilasciato una intervista a Reuters durante la quale avrebbe dichiarato che il suo gruppo starebbe puntando ad acquisizioni in Cina e USA. I settori terapeutici che sotto osservazione sono quello respiratorio e delle patologie del sistema nervoso. Il gruppo italiano avrebbe messo a disposizione almeno €100m per un’acquisizione che migliori la posizione di Zambon in questi mercati attraverso il roll out dei suoi prodotti già in portfolio.

Particolarmente interessante il caso di un’entrata nel mercato cinese, che è ormai il secondo mercato al mondo per il settore farmaceutico ma che ha recentemente registrato una enorme crescita delle vendite dei prodotti per le patologie del sistema respiratorio, che è un settore che si sta sviluppando a dismisura. Infatti si stima che a causa dell’alto tasso di inquinamento vi sono in Cina ogni anno 1.6 milioni di morti premature attribuibili a potologie alle vie aeree.

Importante ricordare che Zambon, ha già un sito produttivo in Cina e che l’anno scorso ha firmato un accordo di distribuzione con AstraZeneca per la distribuzione di Fluimicil in Cina

Zambon è una multinazionale che genera €664m (2017) di cui il 20% ottenuto in Italia. e con un profitto di €115m