I migliori materassi antidecubito

Chi è costretto a letto per motivi legati all’età o alla salute ha l’esigenza di usufruire di una struttura letto e di un materasso speciali in grado di dare sì il giusto supporto ma anche evitare la comparsa di piaghe da decubito, tanto pericolose quanto dolorose.

I materassi antidecubito sono dei veri e propri dispositivi medici che, grazie alle loro caratteristiche particolari, impediscono che si formino lesioni sul corpo del paziente, come lesioni da sfregamento, da frizione, e ad evitare che la pelle in contatto con il materasso subisca un eccessivo schiacciamento per via del periodo di allettamento prolungato.

Restando sdraiati per molto tempo, purtroppo, il corpo subisce i danni della gravità, i capillari si occludono e ciò può generare lividi o – peggio ancora – zone necrotiche.

Un materasso non vale l’altro, soprattutto quando trattiamo situazioni così delicate, ecco perché i migliori materassi antidecubito devono possedere certe caratteristiche specifiche che vanno dalla composizione alla forma, ma anche la portata e il tipo di funzione per cui sono necessari.

Qual è il migliore materasso antidecubito?

In questo articolo andremo ad approfondire tutte le specifiche tecniche di un buon materasso antidecubito e spiegheremo anche che cos’è il decubito e che problemi può dare al malato, in modo che possiate essere in possesso di tutti gli strumenti necessari a comprendere meglio il tema e a scegliere il prodotto migliore per le vostre esigenze.

Come prima cosa abbiamo creato una lista dei materassi più venduti online e li abbiamo recensiti. Questo è uno strumento utilissimo per comprendere cosa incide sul prezzo, quali caratteristiche distinguono un modello da un altro e anche la differenza del materiale con cui sono realizzati che molto può influire sul benessere dell’allettato. Confrontiamo i prodotti insieme.

Qui di seguito ti presentiamo le migliori materassi antidecubito:

1. Materasso antidecubito Gima 27697 di Regginflex

Gima 27697 Materasso Antidecubito

Questo materasso è composto da una sezione di poliuretano espanso ipoallergico. Si tratta di un materiale traspirante e molto resistente all’usura.

Inoltre il materasso presenta una trama a cubi con scanalature che permettono di far circolare l’aria. Questo garantisce l’assenza di sudore e batteri.

Il materasso è molto flessibile, assicurando comunque la postura del paziente.

Pro:

  • Ottimo materiale
  • Flessibile ma stabile

Contro:

  • Indicato per chi è a basso rischio di sviluppo di piaghe
  • Prezzo leggermente elevato

2. Materasso antidecubito con compressore Mobiclinic Mobi 4

Mobiclinic®, Mobi 4, Materasso antidecubito con...

Questo materasso è indicato per i pazienti a medio-alto rischio di piaghe.

Si tratta di uno dei migliori prodotti sul mercato che previene la comparsa di lesioni e ferite nei pazienti costretti a letto.

È realizzato con tessuto ignifugo ed una trama che allevia il dolore e la pressione esercitata sui tessuti.

Inoltre è presente un compressore che permette di scegliere tra due modalità, statica e dinamica.

In ultimo è presente un sistema CPR che può sgonfiare il materasso in tempi brevissimi durante un’emergenza.

Pro:

  • Ideale per chi soffre di ulcere
  • Sistema che riduce l’insorgenza di abrasioni da sfregamento.
  • Kit di riparazione e di emergenza inclusi

Contro:

  • Prezzo elevato
  • Necessita di manutenzione periodica

3. Materasso antidecubito Mobiclinic Mobi 2

Mobiclinic®, Mobi 2, materasso antidecubito con...

Questo prodotto contiene un materasso ad aria antidecubito, un compressore e un kit di riparazione.

È realizzato in PVC, completamente ignifugo, con una tecnologia di gonfiamento e sgonfiamento a cicli di 6 minuti.

Si tratta di un materasso ideato per chi presenta lesioni allo stadio 1 e 2, che riduce l’attrito e migliora la circolazione sanguigna, evitando la comparsa delle piaghe da decubito.

Pro:

  • Materasso pratico e leggero
  • Ideale per chi presenta gravi lesioni

Contro:

  • Non comodissimo
  • Prezzo leggermente elevato

4. Materasso antidecubito Doctor Mattress di Aiesi

AIESI® Materasso Antidecubito a bolle d'aria con...

Questo materasso, dal prezzo conveniente, è formato da una struttura con 130 bolle d’aria e presenta dei lembi alle estremità.

Si tratta di un materasso con una portata massima di 150 kg e il compressore fornisce un getto di pressione alternata con cicli di 6 minuti.

Il compressore è molto silenzioso e nel kit è presente un manuale d’uso in italiano.

Pro:

  • Prezzo conveniente
  • Manuale d’uso incluso

Contro:

  • Non ideale per pazienti con ulcere
  • Difficile da lavare

5. Materasso antidecubito Mobi 1 di Mobiclinic

Mobiclinic®, Materasso antidecubito ad aria...

Il materasso della Mobiclinic è molto leggero e facile da pulire ed è realizzato in PVC di alta qualità.

Si tratta di un prodotto ideale per qualsiasi età e composto da 130 cellette d’aria che si gonfiano e sgonfiano con cicli di 6 minuti.

Il materasso punta a favorire la circolazione, alleviare il carico del peso sul letto e può sostenere fino a 135 kg.

Pro:

  • Prezzo molto concorrenziale
  • Adatto a chi presenta lesioni alla pelle allo stadio 1

Contro:

  • Supporta un peso massimo di 135 kg
  • Può risultare scomodo

6. Materasso antidecubito in PVC di AnteaMED

Kit antidecubito AnteaMED con materassino e...

Questo materasso è un topper indicato per prevenire la formazione di piaghe da decubito nei pazienti allettati di livello I.

Si tratta di un materasso dotato di un compressore molto silenzioso ed è pratico perché può essere facilmente fissato al letto.

L’aria viene movimentata a regime di 7-8 litri al minuto ed è possibile regolare il flusso.

Può sostenere un massimo di 135 kg ed è formato da 130 bolle d’aria da 7 cm.

Pro:

  • Utile per pazienti con lesioni di livello I
  • Facile da agganciare
  • Prezzo concorrenziale

Contro:

  • Dimensioni a volte non adatte
  • Supporta un peso massimo di 135 kg

7. Materasso antidecubito Polyplot di Wimed

MATERASSO ANTIDECUBITO POLYPLOT con copertura...

Questo materasso presenta una trama e delle scanalature che consentono la perfetta aerazione della pelle, mantenendo la temperatura del corpo costante.

Il poliuretano espanso è ad alta densità, risulta essere resistente nel tempo ed è antiscivolo.

È inoltre dotato di bordi laterali di sostegno che favorisce la movimentazione e fornisce stabilità sul letto.

Si tratta di un materasso composto da una sezione unica, traspirante e ultra-resistente.

Pro:

  • Materasso molto resistente
  • Dimensioni ottimali
  • Resistente all’urina

Contro:

  • Prezzo leggermente elevato
  • Ha una portata massima di 130 kg
  • Composto da una sezione unica

8. Materasso antidecubito Pulox

Pulox Materasso antidecubito/Materasso a pressione...

Questo materasso risulta essere comodo e presenta una pressione variabile antidecubito.

Il compressore è silenzioso e consente cambio di zone di pressione ogni 5 o 6 minuti. Si tratta di un materasso facile da mettere sul normale materasso, con ottime dimensioni.

La portata massima del materasso è di 120 kg ed è ideato per il sostegno e la riduzione dei decubiti.

Pro:

  • Sistema a zone con cicli di 5-6 minuti
  • Compressore silenzioso

Contro:

  • Prezzo un tantino elevato
  • Ha una portata massima di 120 kg

9. Materasso antidecubito senza compressore a bolle d’aria di Termigea

MATERASSO A BOLLE D’ARIA 90x200x6,5 senza...

Il materasso della Termigea è tra i più economici ed è ideato per i pazienti a rischio medio che presentano lesioni di grado I e II.

Si tratta di un materasso composto da 130 bolle da 7 cm che sfrutta diversi punti di contatto con il corpo per eseguire un delicato massaggio.

È un prodotto modello a topper, privo di compressore che va posato sopra il materasso tradizionale.

Il materasso punta a prevenire e a trattare allo stesso tempo la comparsa di piaghe da decubito.

Pro:

  • Prezzo stracciato
  • Simula il movimento naturale del corpo

Contro:

  • Portata massima di soli 100 kg
  • Assenza di compressore nel kit

materasso-antidecubito

Come scegliere il materasso antidecubito migliore per le proprie esigenze?

Anziani, lungodegenti, persone portatrici di handicap, ma anche semplicemente pazienti reduci da un intervento che hanno l’esigenza di restare a letto per un lungo periodo di tempo: i materassi antidecubito sono dispositivi medici di uso molto comune e, se un tempo si trovavano solamente negli ospedali, nelle case di riposo o in negozi altamente specializzati, oggi possiamo reperirli molto più facilmente e il mondo online è sempre l’opzione dove avere la scelta di modelli più varia.

Un materasso che contribuisca alla corretta circolazione del sangue è fondamentale per la salute del degente, i rischi legati all’allettamento prolungato e al ristagno di sangue possono avere conseguenze molto gravi, ecco perché è importante munirci di dispositivi corretti per le caratteristiche del paziente.

Di seguito illustreremo tutti i modelli di materasso disponibili ma intanto partiamo con l’approfondimento dei livelli di piaghe da decubito.   

Cosa sono le piaghe da decubito?

Come dicevamo prima, le piaghe da decubito sono delle formazioni in diversi stadi (o “livelli”) causati dal prolungato schiacciamento dei tessuti cutanei per via dell’allettamento.

Queste lesioni possono essere localizzate a livello superficiale o aggravarsi fino a raggiungere (e danneggiare) muscoli e ossa.

Solo riconoscendo il livello di rischio corrispondente potremo scegliere il  materasso antidecubito corretto per le esigenze del nostro paziente, per assicurargli il giusto sostegno riducendo al massimo attrito e pressione fra pelle e materasso, migliorare la traspirazione del corpo e mantenere una postura adeguata evitando scivolamenti, frizioni ed eccessiva formazione di umidità.

In base ai diversi stadi di gravità, le piaghe da decubito si classificano in 4 livelli:

Livello 1 o a basso rischio

In questo livello le piaghe sono un’infiammazione degli strati più superficiali della pelle.

  • Chi riguarda?

In questo stadio i pazienti sono ancora autonomi, sono in grado di muoversi – anche se necessitano di attenzioni specifiche.

Livello II o a medio rischio

In questo stadio le piaghe hanno compromesso lo strato più profondo del derma e dovranno essere presi immediati accorgimenti per fornire al corpo un supporto corretto mediante materassi antidecubito.

  • Chi riguarda?

In questo caso i pazienti sono ancora in grado di muoversi ma lo fanno in modo sporadico. I pazienti a medio rischio hanno bisogno di attenzione al mantenimento della postura e alla gestione della traspirazione.

Livello III o ad alto rischio

Le lesioni di questo grado sono piaghe che hanno già compromesso gli strati sottocute del derma e lo strato adiposo.

  • Chi riguarda?

Chi ne è colpito ha una mobilità molto limitata, quasi del tutto privi di autonomia. In questi casi sarà necessario prestare molta attenzione ai rischi di frizione, scivolamento e al mantenimento di un corretto livello di umidità della pelle. 

Livello IV o a rischio molto elevato

Le piaghe al quarto stadio sono in assoluto le più gravi perché le lesioni si sono già estese ai muscoli e alle ossa.

  • Chi riguarda?

I pazienti in questo caso sono privi di autonomia personale, trascorrono tutto il loro tempo allettati, immobili nella stessa posizione. Il malato ha bisogno di assistenza continua sia per il mantenimento della posizione che nella gestione di tutte le condizioni legate all’allettamento (attenzione a frizione, scivolamento, umidità e traspirazione).

Materassi a bolle d’aria

I materassi a bolle d’aria sono dei topper da posizionare sopra al materasso classico e servono per prevenire la comparsa di piaghe da decubito e a trattare le piaghe di livello I già comparse sul corpo.

Sono facili sia da installare che da utilizzare: realizzati in materiale leggero e poco ingombrante, si gonfiano mediante un compressore d’aria con cui calibreremo il gonfiaggio in base al peso della persona. Inoltre il flusso d’aria favorisce la circolazione del sangue grazie a un lieve effetto massaggio.  

Materassi con elementi interscambiabili

I materassi con elementi interscambiabili sono molto versatili e permettono sia di prevenire che di trattare le piaghe da decubito dei livelli II, III e IV.

Possono essere utilizzati come vero e proprio materasso e non come topper. Il numero degli elementi è variabile da marca a marca, sono generalmente realizzati in nylon e TPU affinché siano sia traspiranti che impermeabili, e si gonfiano mediante compressore d’aria con regolatore di pressione.

Gli elementi possono avere livelli di rigidità diversa, da molto morbidi (generalmente quelli in concomitanza con la testa, per simulare il cuscino) a più rigidi per massimizzare la stabilità e il mantenimento di una corretta postura. Inoltre spesso gli elementi centrali sono microforati per favorire la ventilazione.

In alcuni modelli il compressore è dotato di allarme sonoro che avvisa quando la pressione del materasso è troppo bassa o se ci sono problemi tecnici in corso. È bene scegliere sempre materassi con sistemi di sicurezza che evitano il rischio di sgonfiaggio immediato in caso di assenza di corrente.

Materassi ventilati compositi in schiuma di poliuretano ignifuga

Questi materassi sono realizzati in schiuma poliuretanica e sono sia pratici che leggeri. Possono essere usati sia come materasso completo che come topper al proprio materasso tradizionale e consentono un’ottima circolazione d’aria fra il corpo e il letto.

Sono lunghe lastre in schiuma con un design particolare, di solito ovoidale o piramidale, che dona supporto ma anche ventilazione al corpo.  

Materassi in fibra cava siliconata

I materassi in fibra cava siliconata sono efficienti, resistenti e un’ottima scelta per qualsiasi stadio del decubito.

La loro principale caratteristica di questa fibra è la sua elevata capacità di isolamento termico che evita che il corpo diventi troppo caldo o troppo freddo. Inoltre riesce a resistere al deformamento e permette un’ottima distribuzione del peso, preservando così la salute di vene e capillari.

Anche se esposto a una forte pressione o sollecitazione, questo materasso ritorna sempre alla forma di partenza, restando comodo, soffice ed elastico.

È anche altamente traspirabile, grazie anche al rivestimento in cotone.

Caratteristiche e funzionamento

miglior-materasso-antidecubito

I materassi antidecubito con compressore sono la soluzione ideale per i pazienti costretti a letto per molte ore al giorno se non addirittura per la totalità della giornata.

Sono progettati per prevenire e ridurre l’intensità delle piaghe causate dalla prolungata pressione del corpo esercitata sui tessuti molli e per questo hanno un aspetto completamente diverso da quello dei materassi tradizionali.

Innanzitutto sono realizzati in materiale sintetico, generalmente nylon o PU, hanno una forma a bolle o a elementi cilindrici che vengono alimentati da un compressore ad aria a cui sono connessi mediante dei tubi.

Questo sistema riesce a sollevare il corpo e a creare zone di areazione fra la pelle e la superficie del materasso, favorendo la circolazione anche attraverso il micromassaggio creato dal passaggio dell’aria e dalla forma dei singoli elementi. Comodi e morbidi, per il paziente non sono un disagio, anzi, li aiuta a vivere meglio il periodo d’allettamento.

I materassi antidecubito eliminano il rischio di comparsa delle piaghe ed evitano al paziente dolorose sofferenze causate dalle ulcere che continuano a estendersi e ad infettare i tessuti molli, fino a raggiungere le ossa.

Funzionano sfruttando il principio del palloncino d’aria: il materasso è dotato di camere d’aria, quando lo gonfiamo queste possono cambiare la configurazione dell’unità. La distribuzione alternata dell’aria in base alle diverse parti del corpo del paziente crea un massaggio benefico che favorisce la circolazione sanguigna e dona il corretto supporto alla zona interessata ma senza rischio di schiacciamento.

In particolare questi materassi sono molto utili per:

  • Eliminare la sensazione di intorpidimento
  • Migliorare la qualità di degenza del paziente allettato
  • Prevenire l’aggravamento di lesioni o piaghe da decubito
  • Rilassare i muscoli (grazie all’effetto massaggio)
  • Favorire un sonno tranquillo

Sono inoltre molto utili per ridurre la comparsa di piaghe in zone ad alto rischio come caviglie, osso sacro, colonna vertebrale, gomiti, scapole, nuca, talloni, fianchi, spalle e orecchie.

Vantaggi

Questi materassi sono un’invenzione non solo intelligente ma anche molto utile che fornisce un aiuto incredibile sia al paziente che a chi lo assiste.

A prescindere dal modello scelto e dalla tecnica con cui funziona, i vantaggi offerti sono molteplici:

  • Uso di materiali ipoallergenici sicuri per la salute del paziente
  • Facilità di manutenzione e pulizia (spesso basta un panno umido)
  • Possibilità di ripararli mediante dei kit in dotazione
  • Disponibilità di misure diverse che si adattano alla dimensione del paziente o del letto
  • Compatibilità con i diversi tipi di strutture letto e meccanismi di sollevamento

Svantaggi

I materassi antidecubito non devono essere mai trattati con agenti pulenti contenenti alcol o sostanze chimiche al cloro.

Non possono essere stirati né sottoposti ad asciugature artificiali, fonti di calore intense, esposizione eccessiva a luce diretta molto forte (es. fatti asciugare in pieno sole nelle ore più calde della giornata), o inseriti nell’asciugatrice.

Uno dei pochi svantaggi del paziente di questi materassi è il rumore del compressore che può essere piuttosto fastidioso.

Come posizionarlo correttamente

I materassi antidecubito di solito sono composti da un materasso gonfiabile, tubi di collegamento, un compressore e un kit di riparazione. Talvolta nei modelli più costosi viene inclusa anche una coperta antibatterica.

Per posizionare correttamente il materasso sul letto sarà necessario:

  • Connettere l’unità al compressore collegando i tubi
  • Installare il compressore ai piedi del letto
  • Posizionare il materasso sul letto in modo che le camere d’aria siano rivolte verso l’alto e i tubi di connessione siano ai piedi del paziente
  • Dopo aver steso il materasso e installato i tubi, controllare che questi ultimi non abbiano schiacciature o siano piegato o attorcigliati, è importante che l’aria scorra senza impedimenti che potrebbero, inoltre, danneggiare il compressore
  • Avviare il compressore facendo entrare l’aria nelle sacche e controllare che siano gonfie e perfettamente funzionanti prima di posizionarvi il paziente

NB: il compressore non deve essere mai spento. Questi letti sono costantemente alimentati dal compressore che resterà sempre in funzione pompando l’aria al giusto grado di riempimento, mantenendo la pressione adeguata.

Come si usa e dove riporlo

Il materasso antidecubito generalmente viene posizionato come topper sopra il materasso tradizionale, anche se alcuni sono sufficientemente alti e strutturati per essere usati senza elemento sottostante.

Prima di posizionarvi il paziente sarà necessario controllare che funzioni correttamente e che tutte le parti del materasso, incluso cavo, spinotto e le componenti più piccole, siano in buono stato manutentivo e non danneggiate.

Regoliamo la pressione solo quando il paziente è già sdraiato sul materasso. In genere per capire se la pressione dell’aria è corretta dovremmo riuscire a inserire due dita fra il materasso e i glutei del paziente (il punto di massimo carico) ma sentire una certa resistenza.

Se non sentiamo resistenza, la pressione dev’essere ridotta.

Quando non ci serve più, il materasso può essere sgonfiato completamente e riposto in una sacca apposita o nella sua confezione.

Sarà importante assicurarsi che tutte le diversi componenti siano inserite insieme a lui e che i tubi siano correttamente arrotolati, senza piegature o schiacciature che potrebbero comprometterne l’integrità.

Prima di metterlo via, però, sarà necessario pulirlo per eliminare batteri e impurità.

Aspetti chiave di un buon materasso antidecubito

Prima di comprare un materasso antidecubito da utilizzare a casa, dovremo prendere in considerazione alcuni fattori importanti:

  • Il livello di mobilità della persona (ad esempio se è completamente immobilizzato o se è in grado di disporsi da sola su un fianco, di sollevarsi, ecc…)
  • Lo stadio delle piaghe da trattare
  • Per quanto tempo dovrà restare allettata
  • La rumorosità del compressore
  • Se la persona soffre di sudorazione eccessiva (in questo caso sarà bene orientarsi verso modelli che garantiscono un’areazione massimizzata o un effetto rinfrescante)
  • Le dimensioni del letto su cui posizionarlo e quelle del paziente
  • Il peso del paziente (fondamentale perché molti materassi hanno limiti di portata)

Domande frequenti

🛏️ Cos’è un materasso antidecubito?

Un materasso antidecubito è un dispositivo medico che serve a prevenire e a trattare lesioni causate da sfregamento, frizione o compressione dei tessuti molli provocati dalla lunga permanenza a letto nella stessa posizione. Grazie alla speciale struttura, la pelle resta ventilate e il peso del corpo resta sostenuto e massaggiato dal circolo d’aria degli elementi alimentati a compressore.

🛏️ Un materasso ad aria può favorire la circolazione sanguigna?

Sì, i materassi antidecubito ad aria sostengono il peso del corpo evitando ma favoriscono anche la circolazione del sangue grazie alla pressione dell’aria che viene continuamente regolata attraverso un misuratore nel compressore, che la calibra sulla base del peso della persona. Inoltre l’aria che circola all’interno del materasso e i materiali utilizzati per i diversi elementi creano un massaggio che pure serve a stimolare il flusso del sangue.

🛏️ I pazienti sui materassi ad aria devono essere girati?

I migliori materassi antidecubito ad aria sono composti da numerosi singoli elementi alimentati da dei tubi che vengono gonfiati e sgonfiati in alternanza in modo da replicare i movimenti di un paziente che si muove nel letto o che viene ruotato da un infermiere. In questo modo il corpo del malato non resta mai immobile nella stessa posizione per un lungo periodo di tempo.

🛏️ Perché gli ospedali usano dei materassi antidecubito ad aria?

Per evitare la comparsa di piaghe nel pazienti con un basso livello di circolazione sanguigna. I materassi medici ad aria sfruttano la pressione alternate e la terapia della ventilazione forzata per stimolare la circolazione. Questi materassi sono composti da più elementi cilindrici riempiti ad aria disposti parallelamente l’uno all’altro.

🛏️ Si può mettere un lenzuolo ad angoli su un materasso ad aria?

I materassi ad aria spesso sono fatti in modo da poter utilizzare la biancheria da letto comune, incluse le lenzuola da sotto (ad angoli). Se i materassi sono particolarmente alti, potremo usare un lenzuolo senza angoli per il sotto. In caso di superficie superiore floccata, il materiale manterrà ancora meglio in posizione il lenzuolo perché gli impedirà di scivolare.