Gli 8 migliori oli di pesce, una fonte omega 3 per il benessere dell’organismo

Gli omega 3 sono acidi grassi poliinsaturi che svolgono molte azioni benefiche all’interno del nostro corpo: contrastano i livelli di colesterolo cattivo, migliorano la funzionalità del cuore ed hanno azione benefica sulla vista, sulla salute del capello, della pelle e tanti altri organi.

Il problema è che non è facile trovare buone quantità di omega 3 nelle cose che mangiamo quotidianamente, in quanto sono contenuti in particolari tipi di pesce e frutta secca.

Come facciamo allora? Semplice, esistono sul mercato tantissimi integratori di omega 3 a base di olio di pesce che possono darci la giusta quantità giornaliera di questi preziosi nutrienti.

In questo articolo cerchiamo di capire insieme qual è il miglior olio di pesce in vendita online e in farmacia, quale scegliere e dove comprarlo.

Le Migliori Olio Di Pesce


Qual è il migliore olio di pesce?

Come per tutti gli integratori, anche l’olio di pesce può contenere degli ingredienti indesiderati oppure una concentrazione di acidi grassi omega 3 inferiore a quella dichiarata. L’etichetta degli ingredienti risulta spesso difficile da interpretare.

EPA, ALA, DHA possono risultare acronimi incomprensibili, ma sono determinanti nella scelta di un buon integratore a base di olio di pesce.

Orientarsi da soli nella giungla di questi integratori alimentari può essere molto complicato: per questo abbiamo deciso di recensire per voi i migliori oli di pesce sul mercato, così da poter effettuare acquisto sicuro e senza fregature.

Qui di seguito ti presentiamo i migliori oli di pesce attualmente in commercio.

1. Olio di pesce ricco di Omega 3, compresse da 2000 mg di Rite-Flex

Rite-Flex, Olio di Pesce Omega 3, Integratore...

Vedi recensioni su Amazon

Iniziamo parlando dell’olio di pesce Rite-Flex, azienda molto rinomata nel settore degli integratori alimentari.

La confezione contiene 365 capsule softgel, morbide e facili da inghiottire, utili a colmare il nostro fabbisogno giornaliero di acidi grassi omega 3 per un intero anno. La quantità di omega 3 effettiva contenuta in questo integratore è di  circa 600 mg.

Il prodotto è di qualità garantita nel Regno Unito: non contiene OGM, né allergeni come come glutine o lattosio. Si consiglia di assumere da una a tre capsule al giorno, preferibilmente dopo i pasti.

Contiene: Olio di pesce Omega 3, capsula (gelatina, glicerina), tocoferoli misti.


2. Integratore Omega 3 per il controllo di colesterolo e trigliceridi Enerzona Enervit

Enerzona Enervit, Integratore Alimentare per il...

Vedi recensioni su Amazon

L’integratore alimentare di omega 3 EnerZona è particolarmente indicato per tutti coloro che sono carenti nell’apporto alimentare di pesce.

È un prodotto di qualità e purezza certificate, confermate anche dal buon nome dell’azienda Enervit in campo di integratori per lo sport e per uso quotidiano. Una confezione contiene 240 capsule, ognuna delle quali ha al suo interno 400 mg di EPA e 200 mg di DHA, così da fornire il contributo giornaliero di omega 3 più appropriato.

Il prezzo è leggermente più alto della media, ma l’elevato rapporto qualità prezzo giustifica ampiamente questa differenza.

Contiene: Omega 3, Gelatina alimentare, Agenti di resistenza (glicerolo, pectina, cloruro di calcio), Antiossidanti (tocoferolo, palmitato di L-ascorbile, estratto di rosmarino)


3. Olio di pesce ricco di Omega 3 DHA e EPA Omegor

Omega 3 OMEGOR® Vitality 1000-90% di Omega-3 TG!...

Vedi recensioni su Amazon

Questo integratore all’olio di pesce ricco in Omega 3, è acquistabile in diversi formati, da 30/60/90 compresse. Gli omega 3 sono in forma di trigliceridi, così da assicurare un ottimale assorbimento a livello intestinale.

La concentrazione di omega 3 è molto elevata, dato che si parla di una dose complessiva tra DHA e EPA superiore ai 900 mg di acidi grassi effettivi.

Questo prodotto segue standard di qualità molto alti, utilizzando tecnologie di distillazione che permettono la purificazione dell’olio di pesce dagli inquinanti e dalle sostanze tossiche presenti nel grasso del pesce.

Non si tratta dell’integratore più economico presente sul mercato, ma stiamo parlando di un prodotto di qualità elevatissima Certificato IFOS dal 2006.

Contiene: Olio di pesce titolato al 90% in trigliceridi, gelatina alimentare, agente di resistenza, glicerolo, vitamina E.


4. Capsule di olio di pesce puro 100% naturale di NutraVita

Omega 3 Olio di Pesce da 2000 mg - 660 mg EPA e...

Vedi recensioni su Amazon

Composto da olio di pesce puro prodotto nel Regno Unito, l’integratore di omega 3 NutraViva contiene ben 660 mg di EPA e 440 mg di DHA per ogni capsula.

La confezione comprende 240 capsule morbide in softgel, quantità che basta ad offrire una copertura per 120 giorni: il produttore consiglia infatti di assumere due pastiglie al giorno, preferibilmente vicino ai pasti.

NutraVita usa, in questo integratore, soltanto ingredienti naturali e privi di aromi e coloranti artificiali, ma anche senza allergeni quali glutine e lattosio.

Contiene: Olio di pesce con Omega 3, gelatina di bovino e glicerolo per la capsula, estratto di tocoferolo (antiossidante).


5. Olio di pesce e Omega 3 in compresse da 1000 mg della Nu U Nutrition

Omega 3 Olio di Pesce da 1000 mg | 365 Capsule...

Vedi recensioni su Amazon

1.000 mg di olio di pesce contenuto nell’integratore Nu U Nutrition contengono circa 360 mg di grassi omega 3, racchiusi in 365 capsule in softgel, morbide e facili da deglutire, tali da assicurare la copertura per un anno.

Il prodotto offre un ottimo rapporto qualità prezzo, tanto più che viene fornito con una garanzia contro i rischi della durata di 12 mesi, garantendo il rimborso completo dell’acquisto senza chiedere spiegazioni.

Basandosi sulle indicazioni del medico, è possibile assumere da 1 a 3 compresse al giorno, avendo cura di non superare le dosi raccomandate.

Contiene: Omega 3 Olio di Pesce, Capsula di Rivestimento (Gelatina Bovina, Glicerina), Tocoferoli Misti.


6. Olio di pesce con Omega 3 ad alta concentrazione AAVALABS

Olio di pesce con Omega 3 [ 2000 mg ] - Elevata...

Vedi recensioni su Amazon

L’integratore di Olio di pesce AAVALABS contiene un’ottima concentrazione di EPA e DHA, che su 1.000 mg di prodotto ammonta a circa 600 mg di acidi grassi omega 3 puri.

Il DHA contribuisce al buon funzionamento degli occhi e della vista e, in combinazione con l’EPA, essi riducono lo stress ossidativo e migliorano la funzionalità del cuore.

Una confezione di questo integratore alimentare contiene 120 capsule, per un basso prezzo rispetto alla concorrenza, pur mantenendo standard di qualità piuttosto buoni, con un olio di pesce ricavato da pesca totalmente sostenibile.

Contiene: Olio di pesce, gelatina, glicerolo, acqua purificata, tocoferolo d-alfa, aroma naturale di limone.


7. Olio di pesce, integratore acidi grassi essenziali omega 3 Yamamoto Nutrition

Yamamoto Nutrition Fish OIL integratore di acidi...

Vedi recensioni su Amazon

Yamamoto è sempre una garanzia quando si parla di integratori alimentari economici e questo caso non fa eccezione. L’integratore a base di olio di pesce contiene 200 capsule in softgel, tali da coprire almeno 2 mesi di uso del prodotto.

La dose giornaliera è infatti di 4 compresse, che raggiungono un totale di 1.200 mg di acidi grassi omega 3.

L’olio di pesce viene sottoposto ad un accurato e innovativo processo di distillazione che ne aumenta la purezza ed elimina le sostanze tossiche o potenzialmente dannose contenute all’interno dell’olio di pesce al naturale.

Contiene: estratto lipidico del olio di pesce concentrato in EPA e DHA (ottenuto mediante distillazione molecolare), capsula (gelatina), umidificante: glicerolo. Può contenere tracce di soia.


8. Olio di pesce liquido con vitamina D3 e vitamina E di Meoviva

Omega-3 liquido, Olio di pesce liquido (limone) -...

Vedi recensioni su Amazon

Ed eccoci all’ultimo prodotto di questa lunga carrellata, che si differenzia molto dagli altri che abbiamo visto fino ad ora.

L’olio di pesce MEOVIVA non ha componenti diversi o particolari additivi, semplicemente… è liquido!

Esso è contenuto in una bottiglietta da 200ml e risulta particolarmente indicato per essere mescolato con gli oli vegetali su insalate o altri alimenti. È infatti aromatizzato al limone, così da non avere un sapore fastidioso, ed è indicato anche per i bambini.

Un cucchiaino, la dose da assumere ogni giorno, contiene fino a 1600 mg di omega 3 DHA e EPA, ed è arricchito di vitamina D3, utile per il mantenimento delle ossa.

Contiene: Olio di pesce naturale, olio di oliva, RRR-alfa-tocoferolo (vitamina E), colecalciferolo (vitamina D), olio di limone naturale.


Guida agli integratori di omega 3

I grassi omega 3 sono dei grassi polinsaturi molto importanti per il nostro organismo, che possono essere assunti solo dall’esterno, con l’alimentazione.

Si trovano soprattutto nel pesce, in particolare nei pesci più grassi come lo sgombro, il salmone, il merluzzo, le alici, il tonno, ma ne esistono anche delle fonti vegetali, come la frutta secca. Esse sono ricche del precursore degli omega 3, l’acido alfa-linolenico (ALA) e si tratta di noci, olio di lino e olio di soia.

Gli omega 3 di origine animale sono invece principalmente l’acido eicosapentaenoico (EPA) e l’acido docosaesaenoico (DHA), costituenti essenziali degli integratori alimentari di omega 3.

Sul mercato sono disponibili anche in appositi integratori all’olio di pesce, che possono aiutarci ad avere il nostro fabbisogno giornaliero di omega 3.

Vediamo ora quali sono le caratteristiche su cui porre l’attenzione quando scegliamo il nostro olio di pesce.

Olio di pesce e Omega 3: a cosa servono?

integratori-di-omega-3

L’olio di pesce e i grassi omega 3 in esso contenuti, vengono solitamente usati per migliorare o addirittura curare alcune patologie.

Non esiste una dose giornaliera standard, ma essa dipende da peso, età, tipo di omega 3 e tante altre cose. Orientativamente, molte organizzazioni sanitarie consigliano una dose giornaliera che va da 250 mg a 500 mg per un adulto sano.

Gli effetti degli omega 3 si dividono in effetti scientificamente dimostrati e funzioni osservate ma ancora da dimostrare.

Gli effetti riconosciuti scientificamente

Negli anni so sono susseguite numerose ricerche scientifiche volte a scoprire gli effetti che gli omega 3 hanno nell’organismo umano. Molte cose sono state scoperte, mentre altre devono ancora essere del tutto confermate.

Le funzioni benefiche universalmente riconosciute ed accettate anche dalla EFSA (l’ente europeo per la sicurezza alimentare) sono:

  • Contribuiscono a mantenere ottimale il colesterolo nel sangue. A svolgere questa funzione è soprattutto l’acido alfa-linoleico ALA.
  • Azione protettiva sulla funzione del cuore e regolazione della pressione sanguigna, operata da due grassi omega 3, l’acido docosaesaenoico (DHA) e l’acido eicosapentaenoico (EPA).
  • Ottimale sviluppo degli occhi e del sistema nervoso del feto, per azione degli omega 3 DHA.

Le proprietà osservate ma ancora da dimostrare con certezza

il-migliore-olio-di-pesce

Spesso si attribuiscono agli omega 3 altre proprietà, meno confermate allo stato attuale delle conoscenze, ma che spesso sono state osservate nelle persone che assumono integratori a base di olio di pesce con regolarità.

Gli omega 3 sarebbero in grado di agire su un numero molto vasto di organi e apparati, garantendo così il benessere generale del nostro corpo. In particolare, essi avrebbero un ruolo chiave nei seguenti processi:

  • Riduzione dell’infiammazione
  • Azione contro le aritmie cardiache
  • Miglioramento del sistema immunitario e della difesa contro le infezioni
  • Contrasta le malattie autoimmuni
  • Ruolo protettivo nei confronti di malattie dermatologiche come acne e psoriasi
  • Combatte le patologie che colpiscono le articolazioni, come le artriti
  • Stimola i processi cognitivi, aumenta la memoria e contrasta depressione e demenza
  • Ottimo per gli atleti, in quanto può favorire la crescita muscolare
  • Riducono problemi agli occhi come la degenerazione maculare dell’anziano e la sindrome dell’occhio secco
  • Ricerche recenti sembrano evidenziarne un ruolo come sostanza che combatte calvizie e alopecia.

I grassi omega 3 possono esistere in diverse forme

il-migliore-olio-di-pesce

La lavorazione che coinvolge l’olio di pesce può andare a modificare o comunque influenzare la forma degli acidi grassi in esso presenti. Questo è importante, perché alcune forme vengono assorbite a livello intestinale molto meglio rispetto ad altre forme.

L’olio di pesce può essere trovato nella sua forma naturale (pesce o olio di pesce non lavorato) oppure nella forma raffinata e lavorata.

▪ Pesce

In ogni tipo di pesce sono presenti buone quantità di omega 3. Essi sono presenti sotto forma di acidi grassi liberi, fosfolipidi o trigliceridi.

Essendo gli omega 3 degli acidi grassi polinsaturi, i pesci migliori da consumare per assumerli sono i pesci più grassi. Essi sono il salmone, il tonno, il pesce spada ed alcune altre specie particolarmente ricche di lipidi.

Sul merluzzo, la questione è controversa. È molto consumato e quindi merita precisazioni, però si tratta di un pesce magro: per ottenere quindi delle buone quantità di omega 3 bisognerebbe aumentare notevolmente le porzioni, e con esse le calorie.

▪ Olio di pesce

In chimica si dice che il simile scioglie il simile: saprai bene che il grasso non si scioglie in acqua, ma anzi le due sostanze restano ben separate, con isolotti di olio che galleggiano sull’acqua. Il grasso però si scioglie molto bene nel grasso, si dice che è liposolubile.

Per questo una grande quantità di omega 3 si concentra nell’olio di pesce, che diventa la principale fonte di questi utilissimi nutrienti.

I grassi omega 3 nell’olio di pesce sono contenuti principalmente in forma di trigliceridi.

È importante fare attenzione alla qualità degli integratori, perché gli omega 3 contenuti nell’olio di pesce originano da ciò che i pesci mangiano, dato che non sono in grado di sintetizzarli ma li assumono con delle microalghe o plancton.

Nell’olio si concentrano quindi sostanze benefiche come gli omega 3, ma anche delle tossine, come diossina, mercurio, policlorobifenili.

È a questo che serve un’attenta distillazione dell’olio di pesce, effettuata con macchinari di ultima generazione e tecniche quanto più innovative. In questo modo si eliminano le sostanze dannose per l’organismo, mantenendo soltanto gli acidi grassi di cui abbiamo bisogno.

▪ Olio di pesce raffinato

Di solito siamo abituati ad associare il termine “raffinato” a qualcosa di negativo.

In realtà non sempre è così: gli oli di pesce raffinati subiscono una lavorazione che converte i trigliceridi in esteri etilici. In questo modo è possibile bilanciare e talvolta aumentare la concentrazione di DHA e di EPA all’interno dell’olio.

Alcuni studi sembrano dimostrare che l’assorbimento degli omega 3 dagli esteri etilici sia meno efficiente rispetto alle altre forme (come i trigliceridi). I risultati di questi studi sono comunque controversi e bilanciati da altri esperimenti che stabiliscono che non ci sia una evidente differenza in termini di assorbimento.

▪ Trigliceridi riesterificati

Gli esteri etilici, attraverso specifiche reazioni chimiche, possono essere riconvertiti in trigliceridi, i quali prendono il nome di trigliceridi riesterificati.

Questa forma di omega 3 è molto adatta per chi ha bisogno di abbassare il colesterolo nel sangue. In particolare, il loro consumo è associato al calo dei valori di LDL, il cosiddetto colesterolo cattivo, e ad un aumento del colesterolo HDL, quello buono.

Olio di pesce: consigli per l’acquisto di integratori di omega 3

Olio-di-pesce

Il primo (e quasi unico) consiglio da seguire quando si tratta di comprare un integratore di omega 3 è: leggi sempre gli ingredienti sull’etichetta.

I parametri da considerare sono tanti, per questo ti lasciamo una piccola guida per riuscire ad orientarti nell’interpretazione dell’etichetta, senza dover per forza chiamare un interprete di antichi geroglifici!

In particolare va posta attenzione alle seguenti voci.

Tipo di grassi omega 3

Cerca di controllare sempre che l’integratore di omega 3 che scegli contenga EPA (acido eicosapentaenoico) oppure DHA (acido docosaesaenoico). Essi sono i più importanti tra gli omega 3 e maggiore è la concentrazione di queste molecole, meglio è.

Nel caso di un integratore di origine vegetale, bada che esso contenga ALA (acido alfa-linolenico).

Quantità di omega-3

Molti produttori affermano sulla confezione che ogni capsula di integratore contiene 1.000 mg o più di olio di pesce. Tuttavia, sull’etichetta posteriore potrai leggere le dosi effettive di EPA e DHA e sommarle: raramente esse supereranno i 600 mg.

Forma degli omega-3

Come abbiamo già detto, gli omega 3 esistono in diverse forme all’interno di integratori all’olio di pesce. Per ottenere il massimo assorbimento, le forme migliori sono gli omega 3 in acidi grassi liberi, fosfolipidi, trigliceridi e trigliceridi riesterificati.

Gli esteri etilici possono invece avere più difficoltà ad essere assorbiti, quindi sono particolarmente sconsigliati in condizioni di malassorbimento.

Purezza e provenienza degli ingredienti

Esistono prodotti che hanno delle certificazioni di qualità e di provenienza verificate, come lo standard GOED. In questi casi potrai essere sicuro sulla qualità del contenuto e sull’effettiva presenza degli ingredienti che sono riportati sulla confezione.

Freschezza

L’olio di pesce e gli omega 3 in generale è molto facile che tendono ad irrancidire dopo molto tempo. In questo caso assumono un odore forte e possono diventare meno efficaci o, addirittura, dannosi.

Per questo è sempre bene controllare la data di scadenza ed eventualmente se sono presenti antiossidanti che ne riducono la degradazione, come ad esempio la vitamina E.

Sostenibilità

Sarebbe bene acquistare dell’olio di pesce che abbia certificazioni da parte di organizzazioni per la tutela dell’ambiente, come il GEF, il fondo mondiale per l’ambiente, in modo da essere certi sul basso impatto ambientale del prodotto che abbiamo scelto.

Di solito, estrarre l’olio di pesce da piccoli pesci con un ciclo vitale breve risulta essere più sostenibile nei confronti dell’ecosistema marino.

Quali sono i migliori integratori di omega 3?

Assumere costantemente un integratore di olio di pesce è una scelta sempre azzeccata, se si vuole migliorare il proprio stato di benessere.

C’è però sempre da ricordare che l’olio di pesce naturale non contiene solitamente più del 30% degli omega 3 EPA e DHA: il restante 70% è costituito da altri acidi grassi e, si sa, assumere troppi grassi non fa mai troppo bene.

Esistono sul mercato integratori che contengono concentrazioni ben più elevate di omega 3, per arrivare a formulazioni in cui EPA e DHA raggiungono persino il 90% dei grassi contenuti nell’olio di pesce.

Per migliorare ulteriormente gli effetti del nostro integratore, cerchiamo di sceglierne uno che contenga gli omega 3 sotto forma di trigliceridi, fosfolipidi o acidi grassi liberi, per un migliore assorbimento.

Come scelgo un integratore a base di olio di pesce?

grassi-omega-3

Se non ami particolarmente i pesci grassi molto ricchi di omega 3, come il salmone, sgombri, tonno, acciughe e aringhe, oppure semplicemente cerchi un modo più economico per introdurre questi nutrienti nell’organismo, puoi ricorrere ad un integratore a base di olio di pesce.

Nonostante non sia ancora confermato scientificamente se gli integratori abbiano lo stesso effetto degli omega 3 assunti direttamente da fonti animali, molti medici ritengono che gli integratori siano migliori nel caso di persone con problematiche cardiovascolari.

Questo perché all’interno di una dose di integratore gli omega 3 sono molto più concentrati rispetto al pesce fresco, così da essere subito disponibili per l’organismo ed in grandi quantità.

Inoltre, spesso l’olio di pesce viene raffinato per creare delle formulazioni che migliorano il loro assorbimento a livello intestinale, potenziandone ulteriormente gli effetti.

Se, arrivati a questo punto, sei ancora confuso su quale integratore a base di olio di pesce comprare, prova a  leggere qui di seguito i nostri suggerimenti.

Concorda col tuo medico gli obiettivi terapeutici

È essenziale parlare con il proprio dottore, o dietista, su quale possa essere la dose migliore e sicura per te, considerando lo stato di salute e le possibili interazioni con gli altri farmaci che stai assumendo.

A dosi normali, gli omega 3 non hanno dimostrato effetti collaterali che possano suggerire di limitarne l’uso. Tuttavia, può venirci la tentazione di assumerne di più, credendo erroneamente che gli effetti positivi possano aumentare all’infinito solo aumentando il numero di compresse assunte.

A dosi molto elevate, l’olio di pesce può avere dei blandi effetti anticoagulanti, rende cioè il sangue più fluido. Questo potrebbe costituire un rischio per tutte le persone che assumono farmaci con effetti simili, come la Cardioaspirina, il Coumadin o il Clopidogrel.

Impara a leggere l’etichetta degli ingredienti

Ci sono due numeri molto importanti da ricercare sull’etichetta dell’olio di pesce: la quantità di omega 3 effettiva e il numero di pillole contenute in una confezione.

Come faccio a conoscere la quantità effettiva di omega 3? Semplice, ti basta andare sommare il contenuto di EPA e di DHA in milligrammi.

Per stabilire il dosaggio di omega 3 si fa infatti riferimento a questo valore, che spesso non è mostrato sulla parte frontale della confezione. Questa è una scelta da parte delle case produttrici per “pompare” un po’ i valori, così da far sembrare che l’olio di pesce contenga più omega 3 di quanti non ne abbia in effetti.

Il valore di 1.000, 2.000 milligrammi che è indicato a lettere cubitali sul fronte della confezione, in realtà si riferisce alla quantità totale olio di pesce contenuto nella compressa, non di omega 3!

Nel caso scegliessi un integratore di omega 3 da fonti vegetali, per conoscere la loro dose non dovrai contare la concentrazione di EPA e DHA (non presenti in questi prodotti), bensì di ALA, acronimo dell’acido alfa-linolenico, l’omega 3 contenuto nei prodotti vegetali.

Mi raccomando, non è soltanto una questione di salute e di efficacia, ma anche di portafoglio: se compri un olio di pesce pensando che contenga 1.000 mg di omega 3 ma in realtà per raggiungere la stessa quantità devi assumere 6 pastiglie, quello che sembra un basso prezzo nasconde una grande fregatura.

Scegli un prodotto affidabile e riconosciuto

Come nella scelta di tutti gli altri integratori alimentari, anche nella scelta di un buon olio di pesce è importante affidarsi soltanto ad aziende la cui qualità è riconosciuta.

Molti test recenti hanno evidenziato come, mediamente, il quantitativo di omega 3 fosse del 24% inferiore rispetto a quanto dichiarato sull’etichetta del prodotto.

Inoltre, è molto importante considerare il fatto che gli omega 3 sono contenuti nell’olio di pesce non perché sintetizzati dai pesci, ma perché questi li assorbono dal plancton e dalla microvegetazione dell’ambiente marino.

Assieme ai nutrienti più utili e benefici, essi possono ingerire sostanze nocive, come il mercurio o i policlorobifenili, composti che possiedono un certo grado di tossicità sul corpo umano e che, alla fine della fiera, possono finire all’interno delle compresse dei nostri integratori alimentari a base di olio di pesce.

Domande frequenti

🐟 Quanto olio di pesce devo assumere?

Moltissime ricerche sono state – e tuttora vengono – fatte sugli integratori a base di olio di pesce. Non ci sono ancora delle indicazioni precise sul fabbisogno giornaliero, ma la maggior parte degli esperti sostiene che 250-500 milligrammi al giorno siano sufficienti per la maggior parte delle persone sane. Resta però importante considerare che il bisogno varia in base al nostro stato di salute, per cui è sempre meglio ascoltare il parere di un medico.

🐟 Per quanto tempo devo prendere l’olio di pesce, prima di vederne i risultati?

Chiariamo subito: l’olio di pesce non è una pozione miracolosa. Piccoli effetti positivi possono essere notati già da subito, ma è importante capire che gli omega 3 hanno bisogno di entrare nella routine alimentare, prima di avere effetti molto evidenti. Di solito, occorre assumere l’olio di pesce per almeno tre mesi, prima che le cellule possano averne a disposizione la giusta quantità.

🐟 Che succede quando si assume olio di pesce tutti i giorni?

Gli acidi grassi omega 3 contribuiscono allo sviluppo del sistema nervoso centrale e dell’occhio. Hanno un effetto antinfiammatorio e possono prevenire malattie cardiovascolari e processi degenerativi del cervello. Questi stessi effetti possono essere ottenuti mangiando pesce tutti i giorni, ma se non si ama il pesce con questi integratori a base di olio di pesce si possono ottenere gli stessi risultati.

🐟 Quali sostanze dovrei evitare se prendo l’olio di pesce?

Non sono noti particolari farmaci che interagiscono negativamente con l’olio di pesce. Ciò che va evitato è un grande consumo di alimenti ricchi in grassi e colesterolo, che non renderebbero gli omega 3 molto efficaci nella loro azione benefica. Inoltre bisognerebbe evitare di bere bevande alcoliche, in quanto l’alcol aumenta i trigliceridi nel sangue e può peggiorare la situazione.

🐟 È meglio prendere l’olio di pesce di giorno o di notte?

Dal momento che gli acidi grassi omega 3 agiscono sugli stessi meccanismi che usano i FANS, farmaci antinfiammatori come ibuprofene e aspirina, essi possono avere un blando effetto rilassante. Per questo può essere opportuno assumerli di notte per un riposo più rigenerante. In ogni caso, non esistono evidenze che suggeriscono l’esistenza di un momento perfetto per assumere olio di pesce.

🐟 È vero che l’olio di pesce fa ingrassare?

L’olio di pesce è formato da acidi grassi, quindi si può spesso pensare che facciano ingrassare. In realtà, un cucchiaino di olio di pesce contiene in media 45 calorie, non una grossa differenza per il nostro metabolismo. Se però si assume olio di pesce come sostituto di una dieta bilanciata o di esercizio fisico regolare, può capitare di ingrassare. Se è questo il caso, ciò che è certo è che la colpa non sarà stata dell’olio di pesce.