La Commissione Europea approva Daklinza

Bristol-Myers Squibb Company ha annunciato ieri che la Commissione Europea ha approvato Daklinza (daclatasvir) per l’utilizzo in combinazione con altri farmaci per il trattamento di pazienti adulti affetti da epatite C cronica. Il prodotto, utilizzato in combinazione con sofosbuvir, in un regime completamente orale che non utilizza interferone, ha riportato, nei trial clinici, una percentuale di cura fino al 100%, inclusi i pazienti con malattia epatica avanzata, genotipo 3 e coloro che avevano avuto una risposta insufficiente se trattati con gli inibitori della proteasi. Daklinza è il primo inibitore dell’NS5A approvato nell’Unione Europea e sarà disponibile per l’utilizzo in combinazione con altri prodotti, consentendo una durata di trattamento più breve (12 o 24 settimane) rispetto alle 48 settimane di terapia con regimi che utilizzano interferone o ribavirina.
(Fonte Bristol-Myers Squibb press release)