Ottimi risultati di Phase-III per Keytruda su pazienti con tumore all’esofago

L’americana Merck & Co. ha riportato ieri i risultati del trial clinico di Phase-III KEYNOTE-181, condotto su pazienti con tumore metastatico all’esofago trattati con l’immunoterapico Keytruda (anti-PD-1). I risultati sono molto positivi e mostrano un significativo aumento della aspettatitiva di vita dei pazienti (OS) vs i pazienti trattati con la chemioterapia convenzionale (paclitaxel, docetaxel o irinotecan). L’annuncio è molto importante perchè il tumore all’esofago è il settimo più comune tumore per il quale non esiste ancora un trattamento approvato con un immunoterapico. Se Keytruda venisse approvata si troverebbe ad aumentare il vantaggio sull’eterna concorrente Opdivo di BMS che è l’altro blockbuster del settore oncologico.

(Fonte Merck & Co)